2021 Campagna Screening

Per il 2021 la prevenzione di Fondazione ATM nell'offrire prestazioni sanitarie gratuite ai beneficiari si dedica a:

  • MALATTIE OSTEOARTICOLARI
    Le malattie osteoarticolari che coinvolgono l’apparato locomotore, ossia gli organi di movimento quali ossa (osteopatie), articolazioni (artropatie), muscoli (miopatie), tendini (tendinopatie),tutte hanno in comune il dolore (acuto, cronico) e la disabilità temporanea, e/o permanente. Le malattie osteoarticolari sono numerose e dovute a molteplici cause: malformative, metaboliche, degenerative, traumatiche, infiammatorie, infettive, la cui diagnosi talvolta può non essere facile. Tra le osteopatie più frequenti va ricordata l’osteoporosi, malattia da fragilità ossea, che colpisce uomini e donne, caratterizzata dalla comparsa di fratture, spontanee o per traumi banali, di tutte le ossa ma in particolare delle vertebre o del femore. Tra le artropatie la più frequente è l’artrosi, malattia degenerativa che può colpire tutte le articolazioni, in particolare l’anca (coxartrosi) e il ginocchio (gonartrosi). l’artrosi può essere primitiva, ossia senza che sia possibile identificarne una causa, o secondaria nella quale l’identificazione e l’eliminazione delle cause, in associazione ad un programma di prevenzione, consente spesso di evitare l’intervento chirurgico; altre artropatie sono quelle infiammatorie, talvolta a carattere sistemico come l’artrite reumatoide o l’artrite psoriasica. Il dolore mio-tendineo e mio-fasciale è particolarmente frequente e invalidante, spesso in grado di alterare profondamente la qualità di vita. L’identificazione delle strutture responsabili del dolore ed il loro trattamento, non sempre e non solo farmacologico, porta spesso ad una sua rapida risoluzione.

    SCREENING
    Lo screening sarà articolato in due parti, verrà effettuata a seguito dell’esame diagnostico la visita fisiatrica completa, per la durata di circa 20 minuti. La durata complessiva dello screening è di circa 40/45 minuti. Le due prestazioni saranno effettuate prevalentemente nella stessa giornata.
    A CHI E' RIVOLTO
    500 posti disponibili per Beneficiari/e

    320eadb2 42d7 4fb9 81cd e267fecc1043 large
  • HPV TEST per PAPILLOMAVIRUS

    Il tumore del collo dell’utero (o della cervice uterina) è al secondo posto nel mondo, dopo quello della mammella, tra i tumori che colpiscono le donne. Il tumore è causato da un’infezione persistente da papillomavirus umano (HPV), che si trasmette per via sessuale ed è molto frequente soprattutto nelle persone giovani. La maggior parte delle infezioni regredisce spontaneamente, quando invece l’infezione persiste nel tempo si formano lesioni nel tessuto del collo dell’utero che possono evolvere in cancro. L’acquisizione dell’infezione è necessaria per sviluppare il tumore, tuttavia vi sono anche altri fattori che contribuiscono all’insorgenza del cancro, come il fumo di sigaretta, le abitudini sessuali, la presenza in famiglia di parenti stretti con questo tumore, una dieta povera di frutta e verdura, l'obesità. Il lasso di tempo tra infezione e sviluppo del tumore è lungo ed è possibile intercettare e trattare le lesioni prima che degenerino. Dato che sia le infezioni che le lesioni possono non dare alcun segno clinico ed essere quindi inapparenti, è necessario eseguire alcuni esami specifici per identificarle. Gli Screening offrono la possibilità di effettuare esami specifici per identificare precocemente lesioni pre-cancerose in modo da trattarle e risolverle.
    SCREENING
    Lo screening prevedrà prettamente l’esecuzione del HpV test, per la durata di circa 15 minuti.
    Prima di fissare l’appuntamento, le aventi diritto dovranno ricordarsi:
    1. di essere in assenza di mestruazioni da almeno 5 giorni
    2. di non aver avuto rapporti sessuali da almeno 2 giorni
    3. di non essersi sottoposte a terapie locali.
    Sarà possibile spostare l’appuntamento fissato solo per il punto 1.
    A CHI E' RIVOLTO
    500 posti disponibili per Beneficiarie dipendenti

    e43f43bf dccb 40f6 87ff e29f9ea5639e large
  • PREVENZIONE ALLERGOLOGICA
    Sono milioni gli italiani soggetti ad allergie; alcuni sottovalutano questa condizione perché i loro sintomi sono piuttosto lievi e non incidono fortemente sulla vita quotidiana. Altri, purtroppo, sperimentano una condizione invalidante, perché costretti a casa o impediti nelle attività lavorativa e ricreativa o nelle relazioni sociali da riniti allergiche e crisi d'asma, da eczemi o dermatiti. Si possono effettuare due tipi di test:
    - il Prick test, è test percutaneo, i sospetti allergeni vengono strofinati o inseriti in una piccola incisione sulla pelle del paziente, solitamente quella dell'avambraccio; il test è condotto per più allergeni;
    - il Patch test, è uno strumento diagnostico fondamentale per la diagnosi delle dermatiti da contatto.
    Il patch test permette di differenziare le dermatiti irritative da quelle allergiche da contatto. Viene eseguito in ambulatorio, applicando sulla cute del paziente alcuni cerotti che vengono rimossi dopo 48-72 ore dall’applicazione. Per eseguire il patch test si utilizzano dei pannelli composti da varie sostanza, definite apteni, che sono disposti in singole cellette di materiale anallergico, fissate su un cerotto che viene posizionato sul dorso. Dopo 48-72 ore i cerotti vengono rimossi e si documenta l’eventuale presenza di reazione allergica (dermatite) in corrispondenza di uno o più apteni. Fanno parte del pannello le sostanze con cui più comunemente veniamo a contatto quali metalli (nichel, cobalto, potassio bicromato, ecc.), coloranti (para-fenil-endiamina, disperso rosso, disperso blu, ecc.), sostanze presenti nei profumi (balsamo del perù, profumi mix, ecc.), conservanti (kathon), farmaci (benzocaina, cortisonici mix, neomicina), nei manufatti in gomma (tiuram), nei cosmetici (parabeni).
    In genere i test cutanei non provocano problemi e non sono dolorosi.
    SCREENING
    Durante l’esecuzione del patch test è importante non sudare, non esporsi al sole e non bagnare il cerotto. Per l’esecuzione di questo screening, si ricorda ai pazienti che verranno fissati due appuntamenti:
    - Applicazione patch
    - Lettura Patch dopo 48/72 h
    Pertanto non sarà possibile spostare o saltare l’appuntamento di lettura del patch, altrimenti l’esame sarà nullo e non più possibile eseguirlo nuovamente.
    A CHI E' RIVOLTO
    500 posti disponibili per Beneficiari/e
    59ef50c5 5948 4c92 a6da 6abadd3937d1 large

COME PARTECIPARE AGLI SCREENING
Le visite sono prenotabili fino al 29/01/21
contattando direttamente il Poliambulatorio di Fondazione ATM:
- 02631196871 (Lunedì – Venerdì 9-13/14-17.30)
- Sms/WhatsApp 3459679731
- poliambulatorio@fondazione.atm.it



Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.

Utilizziamo Cookies sulla nostra pagina web, per rendere la vostra visita più efficiente.
Cliccate per favore su “OK”! Potete trovare maggiori informazioni nella nostra Informativa Protezione Dati Personali.

OK