Housing sociale

Fondazione ATM e ALER Milano, all’interno delle politiche abitative a supporto dei cittadini proprie di Regione Lombardia e Comune di Milano, il 12 ottobre 2011 hanno sottoscritto una convenzione, rinnovata in data 27 febbraio 2020, per la gestione di 70 mini-residenze temporanee nel capoluogo lombardo, di max 28,8 mq, di proprietà di ALER Milano da destinare temporaneamente ai beneficiari di Fondazione ATM in difficoltà economiche o personali.

Vantaggi:

- canone agevolato, pari a 300 euro oltre gli oneri accessori;

- canone mensile trattenuto direttamente in busta paga;

- contratto di 18 mesi rinnovabili di altri 18;

- arredamento completo

Zone:

Appartamenti dislocati in 15 zone di Milano, nei pressi delle sedi aziendali ATM.

I dettagli:

1) Requisiti per l'accesso

Possono presentare domanda:

a) lavoratori dipendenti del Gruppo ATM, iscritti a Fondazione ATM, con contratto di lavoro a tempo determinato/indeterminato assunti nei due anni antecedenti alla data di presentazione della domanda di alloggio;

b) lavoratori dipendenti del Gruppo ATM o pensionati ATM, iscritti a Fondazione ATM, separati legalmente, che hanno dovuto lasciare la casa coniugale;

c) lavoratori dipendenti del Gruppo ATM o pensionati ATM, iscritti a Fondazione ATM, con grave disagio sociale comprovato da adeguata documentazione.

Verrà data priorità ai soggetti richiedenti che abbiano disabilità accertata superiore al 67%. L’ordine della graduatoria sarà definito dal valore ISEE – locazione temporanea ed eventuali indicazioni che saranno individuate da Fondazione ATM.

Non possono presentare domanda coloro che:

  • risultino proprietari di alloggio situato nel territorio della Provincia di Milano e della Provincia di Monza-Brianza, salvo che lo stesso non sia nella disponibilità del richiedente, ad esempio perché concesso in uso al coniuge separato;
  • abbiano ottenuto un alloggio in proprietà con il concorso o a totale carico di finanziamento pubblico;
  • siano stati sfrattati da alloggi di edilizia residenziale pubblica per morosità o perché hanno occupato abusivamente nei cinque anni antecedenti alla presentazione della domanda.

Limite di reddito

Ai fini dell’accesso alla Locazione Temporanea il limite d’accesso definito è pari a € 40.000,00 di valore ISEE (indicatore situazione economica equivalente per la locazione temporanea), in corso di validità.

Il valore dell’ISEE viene calcolato sulla base della normativa regionale in materia.

2) Natura e durata della locazione temporanea

Il contratto di locazione è stipulato ai sensi di quanto disposto dall’art. 1 comma 3 della Legge 431/98 per diciotto mesi rinnovabili di altri diciotto, a condizione della permanenza di iscrizione quale beneficiario di Fondazione ATM e solo su autorizzazione della medesima. Alla scadenza dei trentasei mesi il conduttore ha l’obbligo di lasciare libero l’immobile. In caso di mancato rilascio verrà applicata una penale di Euro 200,00 mensili, in aggiunta al canone di locazione. Inoltre se l’alloggio non viene riconsegnato libero da persone entro sei mesi dalla data di fine contratto, Fondazione ATM valuterà se prendere i seguenti ulteriori provvedimenti:

  • cancellazione dell’iscrizione del conduttore a Fondazione ATM
  • segnalazione in ATM


3) Canone di locazione
Il canone di locazione è fissato convenzionalmente a € 300,00 mensili oltre gli oneri accessori (stimati in € 60,00); alla stipula del contratto è necessario il versamento di 3 mensilità (dilazionate in 6 rate), a titolo di deposito cauzionale a beneficio del conduttore.

4) Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata all’Assistente Sociale di Fondazione ATM, presso l’Ufficio Tematiche Sociali di Fondazione ATM sito in Via Carlo Farini 9 previo appuntamento (tel. 02631196800). La domanda presentata ha validità di 6 mesi dalla data della visione del primo alloggio, entro i quali il beneficiario deve stipulare il contratto di locazione altrimenti dovrà presentare una nuova domanda. Nel caso in cui il beneficiario rifiuti i 3 appartamenti visionabili o decida che non vuole più usufruire della convenzione deve necessariamente dare comunicazione scritta a Fondazione ATM tramite posta o posta elettronica all’indirizzo sociale@fondazione.atm.it.
Il beneficiario che ha già stipulato un contratto di locazione usufruendo della convenzione può presentare una nuova domanda solo se:

  • sono trascorsi sei mesi dallo sloggio;
  • tempi e termini previsti dal primo contratto con ALER Milano sono stati rispettati;
  • i pagamenti sono stati sempre effettuati regolarmente e non si è riscontrata alcuna morosità;
  • non sono stati riscontrati danni all’alloggio ALER Milano o agli arredi forniti da Fondazione ATM.

5) Controlli
Saranno disposti controlli sulla veridicità delle autocertificazioni presentate, con le modalità previste dall’art. 71 del D.P.R. 28/12/2000 n.°445. In caso di dichiarazione mendace si procederà ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. citato con denuncia all’Autorità Giudiziaria per le sanzioni penali conseguenti.

Per presentare la domanda o chiedere informazioni:

Contattare l'Assistente Sociale: +3902631196800



BANDI ALER
Dal 2015, con la scadenza dei tre anni per i primi contratti stipulati, Fondazione ATM si è attivata per potere fornire nuove risposte a coloro i quali necessitavano ancora di un sostegno per problematiche abitative, salvaguardando la possibilità dei nuovi beneficiari di accedere agli appartamenti in convenzione, diffondendo, quindi, la conoscenza dei bandi definiti da Aler attraverso la loro pubblicazione in questa pagina (si tratta di bandi che non coinvolgono accordi Fondazione ATM e che, qualora si decida di parteciparvi, vedono un rapporto diretto tra il richiedente ed ALER Milano).

Elenco dei documenti

Utilizziamo Cookies sulla nostra pagina web, per rendere la vostra visita più efficiente.
Cliccate per favore su “OK”! Potete trovare maggiori informazioni nella nostra Informativa Protezione Dati Personali.

OK