Leggi lo Statuto di Fondazione ATM


Tra i beneficiari della Fondazione, coloro che avranno la curiosità di leggere tutto lo statuto potranno cogliere le intenzioni dei proponenti e la grande intuizione che esso cela. Ricordiamo, infatti, che quando fu pensata la Fondazione non era ancora divenuto esplicito, sia in ambito culturale che normativo, il ruolo degli enti non commerciali nella realizzazione delle politiche sociali.  La concretezza dell'intuizione di cui parlavamo è ravvisabile nell'ambito di operatività che lo statuto riserva alla Fondazione, rinvenibile dove si parla di scopi, di finalità e di attività. Sotto il profilo tecnico - giuridico, merita di essere osservato come la Fondazione ATM, in forza del proprio statuto, possa qualificarsi fondazione di partecipazione, modello non formalmente recepito nel nostro sistema normativo ma particolarmente diffuso nel mondo anglosassone. Nel modello delle fondazioni di partecipazione è data voce ai beneficiari attraverso l'assemblea da essi costituta allo scopo di disporre la nomina della maggioranza dei componenti l'organo amministrativo. In esse, acquisendo dal modello associativo un organo di tipo assembleare, può essere recepito il meccanismo della rappresentanza senza necessariamente importarne le debolezze.

La Fondazione ATM è costituita a Milano il 22 gennaio 1999 a Milano a rogito del Notaio Avv. Adriano Fiore - rep. N. 109077, racc. n. 8134 - su iniziativa dell’ATM - Azienda Trasporti Milanesi ad esito dei corrispondenti accordi stipulati con le Organizzazioni Sindacali.

Finalità
La Fondazione non ha scopo di lucro, ha durata illimitata ed è regolata dalle norme contenute nello Statuto.
La Fondazione si propone esclusivamente i seguenti fini:
  • assistenziali;
  • di promozione umana, sociale, culturale, sportivo dilettantistica;
  • di formazione extra scolastica;
  • di recupero psico-fisico.
Per il perseguimento di tali finalità la Fondazione può anche svolgere attività di assistenza sociale, socio sanitaria, sanitaria e ricettiva, purchè in misura non prevalente rispetto alle altre attività.
Essa, inoltre, potrà compiere interventi umanitari e di solidarietà.
Beneficiari
Sono beneficiari delle attività della Fondazione i dipendenti e pensionati dell’ATM - nonché di società collegate o controllate da ATM - iscritti alla fondazione ed i loro familiari.
Attualmente sono beneficiari:
  • i dipendenti ATM iscritti alla fondazione, circa 8.500, nonché i loro familiari;
  • i pensionati ATM iscritti alla fondazione, 5.000, nonché i loro familiari;
  • i dipendenti della Fondazione iscritti alla fondazione, nonché i loro familiari.
La platea delle persone interessate si aggira intorno alle 45.000 unità.
L'attività
A norma dell’art. 3 dello Statuto, la Fondazione per realizzare le proprie finalità svolge le seguenti attività:
  • promuove e sostiene iniziative a favore delle generalità dei soggetti sopra indicati nei settori delle case per recupero psicofisico e ferie, colonie e asili nido;
  • stipula convenzioni alberghiere;
  • eroga sussidiazioni economiche nei casi di bisogno;
  • finanzia iniziative a favore degli stessi soggetti nei settori della cultura, dello sport dilettantistico, della formazione extra scolastica, della ricreazione, del turismo collettivo;
  • promuove iniziative finalizzate a favorire l’aggregazione dei soggetti beneficiari, conformemente alle proprie finalità;
  • sottoscrive convenzioni con enti e Società pubbliche o private per l’erogazione a favore dei suddetti soggetti di prestazioni in campo sociosanitario, ivi compresi ricoveri, interventi, cure, presidi, assistenze;
  • gestisce iniziative sanitarie per i soggetti suddetti.